Mons. Zuppi: i migranti sono come i Magi che attraversano luoghi ostili

Mons. Matteo Zuppi

BOLOGNA, 6 GEN – “Dobbiamo cercare le cose grandi e non accontentarci della nostra mediocrità. Ce lo ricordano quanti nelle tenebre della guerra cercano la speranza della pace. Essi sono dei veri magi che si mettono in movimento, diventano stranieri, attraversano luoghi ignoti, spesso ostili“.

Lo ha detto il vescovo di Bologna, monsignor Matteo Zuppi, nella ‘Messa dei popoli’. “Il pregiudizio e la paura – ha detto – ci fanno chiudere. I mondi chiusi restano senza futuro“. ansa

Nei mondi aperti invece sono le donne a farne le spese  Notte di orrore a Colonia. Stupri di massa a Capodanno

 


 

ImolaOggi.it è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait. Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215
oppure fai una donazione con PayPal





   

 

 

1 Commento per “Mons. Zuppi: i migranti sono come i Magi che attraversano luoghi ostili”

  1. E poi i Re Magi erano solo tre,non milioni,ma soprattutto portavano doni;questi di oggi non donano proprio niente,ma anzi pretendono tutto!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -