Un test nucleare in Corea del Nord, ira della Mogherini

mogherini-clima

La Corea del Nord ha condotto con successo un test con una bomba nucleare, (ma non all’idrogeno) “per difenderci da nemici e Usa”. Le autorità sudcoreane e il Servizio geologico Usa poco prima avevano rilevato un sisma di magnitudo 5.1 a nord di Kilju, area dei test. Per la tv nordcoreana il test era per una bomba all’idrogeno “miniaturizzata”, ma Seul ha precisato: ordigno “solo” atomico. Convocato un Consiglio di sicurezza Onu.

“La Corea del Nord – affermano fonti ufficiali – ha elevato la propria potenza nucleare al livello successivo”, attraverso un’arma per difendersi contro gli Stati Uniti e gli altri suoi nemici. La nota afferma che il test è stato un “perfetto successo”. “Abbiamo effettuato con successo un test nucleare per difenderci dagli Stati Uniti”. In questo modo le autorità nordcoreane hanno annunciato in un comunicato ufficiale di aver testato per la prima volta una bomba atomica, secondo la Cnn. Il via libera al test, prosegue la nota, è stato dato dal leader Kim Jong-Un “il 3 gennaio”.

Il test sarà un forte incentivo per nuove sanzioni contro la Corea del Nord da parte dell’Onu e peggiorerà le già cattive relazioni del Paese con i suoi vicini. Non a caso il capo dell’Organizzazione dell’Onu per il Trattato sul bando dei test nucleari, Lessina Zerbo, ha subito detto che il test di una bomba, anche se non all’idrogeno, da parte della Corea del Nord, sarebbe una violazione del Trattato e una grave minaccia alla pace e alla sicurezza internazionale. Zerbo ha precisato che le norme contro i test atomici sono state rispettate da 183 Paesi dal 1996 e ha invitato Pyongyang a evitare altri esperimenti e ad aderire al trattato.

Mosca: non aumentare la tensione – La Russia chiede alle parti coinvolte di “mostrare moderazione” e di non fare nessuna “mossa” che possa “aumentare la tensione nella regione”. Così commenta quanto accaduto il ministero degli Esteri russo, secondo quanto riporta la Tass. Mosca ribadisce inoltre la sua posizione, secondo la quale le divergenze nella penisola coreana vanno “affrontate per via diplomatica” nel quadro del “processo negoziale”.

In attesa di avere ogni dettaglio, è stato comunque convocato un Consiglio di sicurezza dell’Onu “a porte chiuse”. Lo riferisce un funzionario delle Nazioni unite alla Cnn.

La dichiarazione della Mogherini . “Il governo della Repubblica democratica popolare di Corea (Corea del Nord) ha dichiarato di aver effettuato un test nucleare questa mattina.
Se confermata, questa azione rappresenterebbe una grave violazione degli obblighi internazionali della RPDC di non produrre o testare armi nucleari, come determinato da diverse risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, e una minaccia per la pace e la sicurezza di tutta la regione del Nord-est asiatico.

Esorto la Corea del Nord a ri-avviare un dialogo credibile e significativo con la comunità internazionale, in particolare nel quadro dei colloqui a sei e di cessare questo comportamento illegale e pericoloso.

Parlerò questa mattina con il Ministro degli Esteri della Repubblica di Corea Yun Byung-se e il Ministro degli Esteri del Giappone Fumio Kishida per discutere la via da seguire.
Lavoreremo con il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, che si riunirà entro oggi in seduta urgente per risolvere questo problema.



   

 

 

1 Commento per “Un test nucleare in Corea del Nord, ira della Mogherini”

  1. Dichiarazioni, a mio parere, avulse dal contesto e settarie.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -