Ingegnere assunto per Fiat con il Jobs act: in 4 mesi perde 3 volte il lavoro

Edoardo – ingegnere aerospaziale di 29 anni – è dipendente di un’azienda che offre consulenza e manodopera alle case automobilistiche. Attraverso di essa, per oltre un anno – tra il 2014 e il 2015 – lavora all’interno di Alfa Romeo a Modena. Nel maggio del 2015 la sua società gli propone di rescindere il contratto a termine e firmarne uno nuovo a tempo indeterminato a tutele crescenti, appena introdotto dal Jobs Act. Edoardo accetta, ma nel settembre 2015, Fiat (casa madre di Alfa Romeo) decide di sciogliere improvvisamente il rapporto di consulenza con la sua azienda e così da un giorno all’altro lui si trova senza impiego. La ditta prova a ricollocarlo in due incarichi temporanei che svaniscono, uno dopo un mese e mezzo di lavoro, l’altro dopo soli tre giorni. Edoardo è così costretto a chiedere un periodo di aspettativa forzata e senza stipendio che durerà fino a marzo, al termine del quale, salvo novità, ci sarà il licenziamento. E vista la breve durata (meno di un anno) del rapporto a tempo indeterminato, le tutele per lui in caso di disoccupazione rischiano di essere minime.  di Marco Billeci



   

 

 

2 Commenti per “Ingegnere assunto per Fiat con il Jobs act: in 4 mesi perde 3 volte il lavoro”

  1. JOBS-ACT???
    il nuovo che avanza…il gioco preferito dalle coop
    assumere…non pagare contributi e licenziare…senza soluzione di continuita’

    nb parlo per esperienza personale…CHIARO???

  2. A mio figlio è successo: 8 anni di lavoro presso azienda gruppo tiberina facente capo a Fiat.
    La tiberina decide di delocalizzare l’azienda a Iesi dove ha un’altra azienda simile accorpando i due stabilimenti e produzioni ma dove, essendo del gruppo Fiat può assumere rumeni a contratto rumeno (costo bassissimo!). Durante il periodo di godimento delle ferie non utilizzate viene assunto interinale presso altra azienda con contratto prima mensile, poi trimestrale, poi dopo 18 mesi il contratto non viene passato a tempo indeterminato: finisce le ferie rimaste, si attiva la cassa integrazione e poi andrà in mobilità a 31 anni.
    Che futuro riserva ai giovani queste leggi sul lavoro?…quali garanzie di tutela per un futuro dignitoso?
    La classe politico/sindacale non ha coscienza: se l’avesse non avrebbe il coraggio di mostrarsi in pubblico accampando innovazioni, miglioramenti nelle assunzioni e maggiori garanzie!….Vergogna!!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -