Disastro Roma: guano, topi e allarme tubercolosi

Guano, l’allarme: “Negli escrementi di storni si annida il germe della tubercolosi”

troncaNon solo sporcizia e carreggiate pericolose. Il guano farebbe danni ben maggiore, secondo quanto denunciato da Aduc, Associazione per i diritti degli utenti e consumatori. Negli escrementi degli storni, fenomeno che su Roma ha preso da settimane i connotati dell’emergenza, “può annidarsi il germe della tubercolosi”.

“Oltre a rendere scivolose le strade e a colpire i passanti – scrive in nota l’associazione – gli escrementi degli storni possono contenere il Mycobacterium tubercolosis avio, un ceppo parente del germe della tubercolosi umana, che è resistentissimo: essendo ricoperto da uno strato ceroso, può rimanere mesi nelle feci che gli storni lasciano sulle strade e che una volta seccati, vengono polverizzati, trasportati dal vento e respirati dall’uomo insieme al batterio.

Il mycobacterium avio può provocare la tubercolosi nell’uomo, specie in soggetti debilitati e nei bambini che sono a minor distanza dal suolo. La soluzione sarebbe quella di una frequente pulizia delle strade e di avviare operazioni di contenimento della presenza degli storni. Lo scrivemmo nel 1998 al sindaco di Roma di quell’epoca, Francesco Rutelli. Sono passati ben 17 anni e tutto è come allora”.

DAGLI STORNI AI TOPI – Su malattie e scarse igiene per le strade della capitale si incentra un’altra denuncia, stavolta di Assotutela. Rei di veicolare “pericolose malattie” stavolta sono i topi che assediano i secchioni dell’immondizia davanti a Castel Sant’Angelo, come testimoniato in un video girato da turisti e diffuso dall’associazione di categoria.

“Ci chiediamo, senza Marino o con Marino, a parte la spartizione del piatto giubileo, cosa si sta facendo? Ancora una volta a rimetterci è l’immagine di Roma dove turisti increduli riprendevano quanto raccontato e ovviamente anche la salute pubblica. Il video verrà depositato alla Procura di Roma per ravvedere la presenza di eventuali reati da parte di questa amministrazione assente” dichiarano in una nota congiunta il presidente di AssoTutela, Michel Emi Maritato, e l’avvocato dell’associazione, Antonio Petrongolo.

romatoday.it

NWO e Sviluppo Sostenibile: l’Agenda 21

Invece di raccomandare ai poveri l’igiene, dobbiamo incoraggiare il contrario. Nelle città occorre fare le strade più strette, affollare più persone nelle case, agevolando il ritorno della peste. In campagna occorre costruire i villaggi dove l’acqua ristagna, facilitando gli insediamenti in tutte le zone palustri e malsane. Ma soprattutto occorre deplorare i rimedi specifici alla diffusione delle malattie e scoraggiare quella persone benevole, ma tratte decisamente in inganno, che ritengono di rendere un servizio all’umanità ostacolando il decorso della estirpazione completa dei disordini particolari.  Thomas Robert Malthus

 


 

ImolaOggi.it è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait. Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215
oppure fai una donazione con PayPal





   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -