Siria: donne in fuga dall’Isis, uccise dai jihadisti

 

donne-isisDamasco, 2 gen. (Aki) – I jihadisti del sedicente Stato Islamico (Is) hanno giustiziato una donna di 22 anni e un suo parente, fuggiti da Raqqa, nel nord della Siria.  La vittima era stata “costretta” a sposare un leader dell’Is da suo fratello, anch’egli esponente dell’organizzazione jihadista.

Secondo la ricostruzione, la moglie di un leader siriano dell’Is era riuscita a scappare da Raqqa, roccaforte dei miliziani nella provincia nordorientale di Aleppo, da dove avrebbe voluto raggiungere la Turchia insieme a un suo parente. Entrambi sono però stati arrestati da uomini dell’Is nella zona di al-Ra’ei e portati in centri di detenzione. I due sono poi stati giustiziati vicino all’Università al-Etihad a Manbej. L’Osservatorio riferisce di aver avuto notizie confermate di numerose ragazze giustiziate dall’Is, mentre tentavano di fuggire verso la periferia di Aleppo.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -