Sermone dello Shaykh Nimr sull’oppressione del regime saudita

 

Nel Regno dell’oscurantismo, cioè in Arabia Saudita, è stata eseguita la condanna a morte contro lo Sheik Nimr, un’ autorità religiosa pacifica, contrario ad ogni violenza, che non ha fatto altro che chiedere il rispetto dei diritti civili. Secondo gli sciiti, è un crimine che ha un solo obiettivo, quello di imporre l’ islam estremista nel Mondo e cioè la dottrina wahabita , una scuola che ha prodotto, negli ultimi anni, Isis e al Nusra.

Nel video un sermone di denuncia del regime saudita dello Shaykh Nimr pochi mesi prima del suo ultimo arresto. L’8 luglio del 2012 lo Shaykh Nimr veniva infatti arrestato dopo essere stato ferito ad una gamba da un proiettile sparato da un poliziotto saudita.

Il 15 ottobre 2014 la Corte saudita ha decretato la sua condanna a morte per “disobbedienza” verso il regime saudita, per aver “utilizzato le armi contro le forze di sicurezza” e “operare a favore dell’interferenza straniera” all’interno del paese. La condanna a morte è stata eseguita. I sauditi che perdono le loro battaglie oscurantiste in Siria, in Iraq , in Libano e in Bahrain si vendicano uccidendo le autorità religiose che invocano la tolleranza e la democrazia.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -