L’Iraq avverte la Turchia: “Ritiri le sue truppe o inizierà la guerra”

Baghdad ha ancora una volta invitato Ankara a ritirare dal territorio dell’Iraq i soldati turchi, paventando la possibilità di utilizzare la forza militare se la Turchia non soddisferà questa richiesta.

iraq-Ibrahim-al-Jaafari

Il ministro degli Esteri iracheno Ibrahim al-Jaafari ha minacciato una “soluzione militare” al problema della presenza delle truppe turche in Iraq. Secondo l’agenzia “Associated Press”, durante una conferenza stampa a Baghdad il capo della diplomazia irachena, ha dichiarato:

continuiamo a cercare una soluzione pacifica a questo problema. Tuttavia se i mezzi diplomatici non risolveranno la situazione, saremo costretti a ricorrere alla forza militare. Se non ci saranno altre opzioni, noi combatteremo e difenderemo il nostro popolo, la sovranità e le risorse del nostro Paese.

All’inizio di questo mese alcune unità armate turche hanno invaso l’Iraq con il pretesto di addestrare le milizie locali per combattere i terroristi del Daesh (ISIS). Le autorità irachene hanno dichiarato ufficialmente che la presenza dei militari turchi è “un atto ostile”.

it.sputniknews.com



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -