Il mio augurio per il 2016: lavorare per provocare un terremoto politico

 

 

Cari amici, nel 2016 dobbiamo realizzare un miracolo per riuscire ad essere pienamente noi stessi dentro casa nostra, combattendo con gli strumenti adeguati il terrorismo islamico dei tagliagole e dei taglialingue, prospettando un futuro in cui la nuova Italia metta al centro la persona anziché la moneta, la famiglia naturale anziché l’omosessualismo, la comunità locale anziché il globalismo e l’europeismo, la civiltà laica e liberale dalle radici cristiane anziché il meticciato antropologico e culturale.

Cari amici, nel 2016 dobbiamo essere capaci di provocare un terremoto politico che scuota dalle fondamenta questo Stato traditore, nemico, ladrone e aguzzino che sta condannando alla morte interiore e fisica gli italiani. Iniziamo il nuovo anno rimboccandoci le maniche, consapevoli e determinati a combattere, ispirandoci al testamento spirituale di Paolo Borsellino: “È bello morire per ciò in cui si crede; chi non crede muore tutti i giorni, chi crede muore una volta sola”.

Cari amici, vi auguro di cuore un 2016 di tanta salute, serenità e condivisione del successo della comune missione di vita, verità e libertà. Andiamo avanti forti dentro, a testa alta e con la schiena dritta. Insieme ce la faremo!

Magdi Alam



   

 

 

1 Commento per “Il mio augurio per il 2016: lavorare per provocare un terremoto politico”

  1. Auguri anche a te Magdi ! Esempio di integrazione,intelligenza e determinazione! Auguri ate e la tua famiglia!!!

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
ti chiediamo di fare una donazione.

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
e un sito privo di pubblicità.
Fai una donazione!


Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -