Attacco in un pub a Tel Aviv, 2 morti e 7 feriti

 

spratoria-telavivGerusalemme – E’ di due morti e sette feriti il bilancio della sparatoria avvenuta in un pub nel centro di Tel Aviv. Lo riferisce la polizia mentre e’ in corso una caccia all’uomo in citta’. I due decessi sono avvenuti in ospedale, mentre almeno due dei feriti sarebbero in gravi condizioni.

Almeno un uomo, secondo testimonianze con il volto coperto da un passamontagna, ha sparato con un’arma automatica nel locale della via Dizengoff che al momento dell’attacco era pieno di clienti. Secondo il Times of Israel una persona e’ stata arrestata nelle vicinanze, ma non e’ l’aggressore. La polizia ancora non si sbilancia sulla matrice dell’attacco. Secondo alcuni media israeliani, il pub colpito e’ frequentato dalla comunita’ omosessuale. Alcuni testimoni hanno riferito che l’uomo e’ fuggito a piedi, mentre altri hanno segnalato la presenza di un complice.

Le immagini di una delle telecamere di sicurezza mostrano anche degli spari provenienti da un’altra direzione. Gli investigatori stanno cercando di stabilire se siano stati esplosi da qualcuno che ha risposto all’attacco, o da un complice dell’aggressore. In totale sono stati sparati circa colpi, tutti verso la parte alta dei corpi dei bersagli. La polizia per ora si e’ limitata a chiedere ai residenti di evitare di uscire. “Non possiamo ancora confermare di che crimine si tratta”, ha spiegato la polizia, mentre centinaia di agenti armati, supportati da elicotteri, stanno setacciando prevalentemente nella parte nord della citta’.

Circa 20 minuti dopo la sparatoria, un uomo alla guida di una moto ha esploso diversi colpi d’arma da fuoco contro pattuglie della polizia in una strada (Geha) della cintura intorno alla citta’, nei pressi dell’hotel Mandarin, nel quartiere settentrionale di Barutch. La polizia ha confermato l’incidente, ma ha chiarito che non ha niente a che vedere con la sparatoria nel pub: si tratta invece di un espisodio di criminalita’ locale. (AGI)



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -