Guardia giurata uccisa a Ravenna, rubata la sua arma

 

pistGiallo a Ravenna, dove una guardia giurata di 42 anni e’ stata uccisa con un colpo di fucile da caccia, probabilmente a pellettoni, sparato da dietro, alle spalle. L’omicidio è avvenuto a Savio di Ravenna. L’uomo e’ stato colpito mentre stava effettuando attività di vigilanza nei pressi di una cava della zona. Sono stati i colleghi, arrivati sul posto, a dare l’allarme. L’uomo, Salvatore Chianese, di origine napoletana e incensurato, e’ stato colpito alla testa: un altro colpo di fucile ha sfondato il lunotto della macchina.

Da quanto emerso dalle prime indagini dei carabineri, coordinate dal sostituto procuratore di Ravenna Daniele Barberini, l’uomo poco dopo la mezzanotte aveva appena parcheggiato la macchina per raggiungere la sbarra di entrata della cava, quando e’ stato colpito da qualcuno appostato probabilmente di lato: le chiavi sono state ritrovate inserite nella serratura. Rubata la pistola della guardia giurata. A dare l’allarme, un collega della guardia giurata. Per ora non e’ esclusa nessuna pista. Le indagini procedono “a 360 gradi e con il massimo dispiegamento di forze”: cosi’ il sindaco di Ravenna, Fabrizio Matteucci, che in mattinata ha avuto un contatto telefonico con il comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Ravenna, Colonnello Massimo Cagnazzo. “Il cuore di Ravenna sanguina per questo efferato omicidio che ha spezzato questa giovane vita”, conclude il sindaco. (AGI)

 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -