Arezzo: urla e disperazione davanti a Banca Etruria “ladri, ladri”

protesta-banca-etruria

 

Pugni e urla davanti alla sede della Banca Etruria di Arezzo dove i piccoli risparmiatori che hanno perso tutto in seguito al salva-banche si sono ritrovati per manifestare. Al grido di ‘ladri, ladri’ e ‘fuori’ diverse persone hanno cercato di entrare nell’edificio ma sono state fermate dalle forze dell’ordine.

Il presidio è stato organizzato dal comitato ‘Vittime del salva-banche’. L’iniziativa è stata indetta, spiegano gli organizzatori in un volantino, per protestare contro “l’indolenza della Nuova Banca Etruria nel trovare una soluzione per le vittime di questa criminale manovra”.F

uori dalla sede della banca i risparmiatori spiegano di avere perso tutto e una di loro porta un cartello dove annuncia la “morte dei nostri risparmi” in data 23 novembre 2015, con la conseguente morte “della fiducia nelle banche”, spiegando che “ne danno il triste annuncio i risparmatori di Banca Etruria”. Sul cartello c’è anche una foto del premier Matteo Renzi.  (LaPresse)



   

 

 

2 Commenti per “Arezzo: urla e disperazione davanti a Banca Etruria “ladri, ladri””

  1. ah ah ah… poveri (è il caso di dirlo) compagnucci, si sono fidati del “Partito” del sistema compagnistico, che nelle loro povere menti avrebbe dovuto essere “onesto” a prescindere e “solidale” ma il risultato è evidente a tutti: alla “manifestazione” contro la banca-boschi erano in 50 sfigati, perchè i compagni vanno alle “manifestazioni spontanee” soltanto se il Partito lo ordina, altrimenti, può crollare il Mondo (o che una banca truffi i suoi clienti) che i cyborg, pardon: i compagni, privi di ordini dal Partito, non si muovono, altro che “solidarietà”.
    Le manifestazioni sono “giuste, democratiche e spontanee” solo se convocate dal Partito.
    Questi poveri compagni orfani di Partito, truffati, spremuti e gettati nel cesso, hanno avuto ciò per cui sono vissuti, una fede cieca nel Partito, un odio cieco verso chi non la pensasse come il Partito ed ora sono ciecamente finiti nel baratro.
    Infine una domanda: le derivate tossiche truffaldine, propinate ai clienti di banca etruria, configurano un esplicito reato di truffa, confessato in pubblico dai dirigenti della banca, dunque Mr Boschi in testa, tutti i dirigenti ed impiegati della banca, che sono stati coinvolti, dovrebbero personalmente (con i loro soldi) rispondere e pagare i danni arrecati ai poveri compagnucci clienti, ma non se ne parla e la magistratura si gode le ferie…

  2. LE BANKE SONO I SERVI DI UN POTERE OCCULTO. LE COLPE SONO DI CHI NON HA VIGILATO . HO FATTO LEGGI ADEGUATE . E’ DALLA INIZIO REPUBBLICA CHE DI SCANDALI DEI NOSTRI AL “POTERE” NEL NOME DELLA LIBERTA’ E DELLA DEMOCRAZIA CI HANNO RIDOTTI SERVI E CANDIDATI AL SUICIDIO. !

    PROVATE A CHIEDERE IN GERMANIA OD IN FRANCIA “NOSTRI CUGINI”.!!!
    DI CHIACCHIERE CONTRO QUESTO E CONTRO QUELLO … LA COLPA E’ SEMPRE DEGLI ALTRI : “SON GIA’ PIEN LE FOSSE”-!!!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -