Aiaccio: gli islamici preparavano proteste violente, imboscata ai pompieri

 

 

Una moschea e un kebabbaro attaccati ad Ajaccio in Corsica da alcuni dimostranti. Semidistrutto il luogo di culto dopo che un gruppuscolo di persone si è reso protagonista di questi eccessi anti-musulmani.

In molti stanno cercando di mettere il cappello su queste proteste. Chi le critica, come le autorità, e chi mostra comprensione come il Fronte Nazionale e la destra.

Il prefetto ha affermato che queste manifestazioni sono indegne e che nessuno potrà farsi giustizia da solo.

In realtà le cose sono un po’ più complicate. In settimana i pompieri arrivano nel quartiere dei Giardini dell’imperatore, luogo difficile, ma senza una maggioranza di popolazione musulmana. Qui sgomberano pneumatici e altro materiale che sembra sarebbe stato usato per fare fuochi e barricate per proteste violente. La sera di giovedì i pompieri vengono attirati nel quartiere da un incendio doloso. In realtà è un’imboscata. Due vigili e un poliziotto sono feriti.

Centinaia di persone tornano, venerdì, ai Giardini dell’imperatore per sostenere i vigili, ma alcuni dei manifestanti vogliono farsi giustizia da soli e attaccano la moschea. La manifestazione iniziale però non era nata come protesta antimusulmana. euronews


 

ImolaOggi.it è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait. Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215
oppure fai una donazione con PayPal





   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -