Roma coperta dal guano: “Da novembre 5000 interventi di Ama”

 

guano-roma

In principio furono i falchi. Poi cadde Marino e Tronca pensò alla grandi pulizie. A inizio dicembre poi, per disperazione, furono schierati i dissuasori. Niente. L’emergenza guano è arrivata fino a Natale, ennesimo ingrediente da dimenticare di feste stranissime per la Capitale. Ieri, vigili di Natale, è stato un giorno da ko per chi da giorni, settimane, mesi segue i prodigi degli storni. Molti infatti i Lungotevere costretti a chiudere per guano. Troppo scivolosa la strada, troppi gli incidenti, per fortuna non gravissimi, per continuare a sottovalutare il pericolo.

I lungotevere sono stati chiusi per asfalto scivoloso tra ponte Palatino e ponte Mazzini, in particolare il lungotevere Farnesina, Sanzio, dei Pierleoni, dei Vallati, De’ Cenci e dei Tebaldi. Deviate le linee dei bus e la viabilità ovviamente è andata in tilt.

Su disposizione del Commissario Straordinario di Roma Capitale Francesco Paolo Tronca, Ama è intervenuta nei tratti del Lungotevere interessati dal fenomeno guano che, caduto in mattinata mescolato con la pioggia, ha creato disagi alla circolazione veicolare. Al lavoro 15 operatori, con l’ausilio di 3 idropulitrici, 3 spazzatrice e 1 mezzo a vasca che, una volta ultimati gli interventi di pulizia, provvederanno a coprire l’intero manto stradale con l’assorbitore anti-sdrucciolo.

Ama precisa che anche nella giornata di ieri, come accade quotidianamente da inizio novembre (5mila gli interventi effettuati), è stato eseguito in mattinata e in serata il servizio di pulizia straordinaria delle vie più colpite dal fenomeno degli storni. La leggera pioggia caduta ieri mattina sulla Capitale ha però dilavato le foglie dei platani del Lungotevere, facendo cadere acqua mista a guano che ha reso scivoloso l’asfalto.

Dei danni del guano si parla da tempo. Diversi gli interventi di task force del Campidoglio, prima con i falchi, poi con i dissuasori acustici. Il tutto affiancato da un lavoro di pulizia dell’Ama incrementato rispetto al servizio ordinario, ma evidentemente non sufficiente. Lo stesso commissario Tronca non ha nascosto un certo disappunto, richiedendo al più presto “un potenziamento ulteriore”.

romatoday.it


 

ImolaOggi.it è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait. Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215
oppure fai una donazione con PayPal





   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -