Aumento spaventoso della mortalità nel 2015: “45mila scomparsi come in una guerra”

morte

Come durante la guerra ma la guerra non c’è. Uno studio interroga e preoccupa gli esperti di mezza Italia: nel 2015 il numero dei morti è aumentato dell’11,3%, ovvero quasi 50mila decessi in più rispetto al 2014. I dati del bilancio demografico mensile dell’Istat raccontano qualcosa di inquietante, che già impegna i demografi e presto, quando saranno note le fasce di età e le cause, darà molto da lavorare anche agli esperti della sanità.

Già nei primi otto mesi sono stati registrati 445mila decessi, contro i 399mila nello stesso periodo dell’anno precedente. Si è passati cioé da una media di meno di 50mila al mese a una di oltre 55mila. Ma cosa sta succedendo?

today.it

 


 

ImolaOggi.it è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait. Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215
oppure fai una donazione con PayPal





   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -