Stragi Parigi: la polizia sapeva dov’era Abdelhamid Abaaoud

Abdelhamid Abaaoud

Abdelhamid Abaaoud

Abdelhamid Abaaoud, ritenuto il ‘cervello’ degli attacchi di Parigi il 13 novembre, si è nascosto per quattro giorni in un cespuglio, nei pressi di Parigi, come un senzatetto. Lo rivela Le Parisien.

Il 17 novembre, dopo aver installato una telecamera i poliziotti vedono sua cugina, Hasna Ait Boulahcen, avvicinarsi ai cespugli e poco dopo ecco uscirne Abaaoud. Gli inquirenti decidono di non intercettarli, e di seguirli. L’indomani, la sparatoria a Saint-Denis, dove i due vengono uccisi.  (ANSA)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -