Migranti, naufragio a Bodrum in Turchia: 18 morti

naufragio-turchia(Photo: DHA)

Ci sono anche 10 bambini fra le 18 persone morte nella notte nel naufragio nell’Egeo di un’imbarcazione che provava a raggiungere dalla Turchia l’isola greca di Kalimnos. Lo riporta l’agenzia di stampa turca Dogan, aggiungendo che uno dei bimbi aveva 4 mesi ed è stato trovato in cabina nelle braccia della madre. Sei le donne morte. Le vittime provenivano da Siria, Iraq e Pakistan.

L’imbarcazione, lunga 14 metri, è affondata intorno a mezzanotte a 3,5 chilometri dalla costa, all’altezza della città turca di Bodrum. A dare l’allarme sono stati dei pescatori, che hanno sentito le grida dei migranti e hanno allertato la guardia costiera. Quattordici le persone salvate, che sono state portate in ospedale a Bodrum; secondo il quotidiano Today’s Zaman, 11 di loro sono in condizioni critiche.

Un cittadino siriano, che è stato arrestato in quanto accusato di avere organizzato il viaggio dei migranti verso la Grecia, ha dichiarato che gli erano stati pagati mille dollari per guidare l’imbarcazione e che lui stesso provava a raggiungere l’Europa. Si stima che ognuno degli occupanti della barca avesse pagato 3mila dollari per arrivare a Kalimnos. (LaPresse/EFE)

 


 

ImolaOggi.it è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait. Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

Fai una donazione con PayPal



 

 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -