Olanda, 24 mila case per i migranti. Violente proteste a Geldermalsen

In Olanda ministri, province e consigli locali si sono accordati per l’attuazione di un piano abitativo con case ‘semi-permanenti’ per i profughi, oltre a 2500 posti d’emergenza per provincia: 14mila case saranno costruite a breve termine e altre 10mila a seguire. Si legge sull’online ‘Dutch News’. Intanto il premier Mark Rutte spiega che gli sforzi per contenere il flusso dei profughi a livello internazionale vanno avanti, ma nel frattempo occorre offrire una “sistemazione austera ma decente” a chi arriva.(ANSA).

Monta intanto la protesta contro l’accoglienza dei presunti profughi. Due agenti feriti, un numero ancora imprecisato di persone arrestate e soprattutto la più grave forma di protesta violenta contro l’accoglienza ai migranti che i Paesi Bassi abbiano finora conosciuto.

A Geldermalsen, cittadina di 27.000 abitanti vicino a Utrecht, una folla di quasi 2.000 persone è intervenuta in maniera violenta contro la polizia. I disordini si sono verificati proprio mentre il consiglio comunale era riunito per decidere la costruzione del centro d’accoglienza per i richiedenti asilo. La sessione è stata sospesa.

Sono 1.500 le persone che dovrebbero essere ospitate nel controverso centro d’accoglienza. Il Ministro della Giustizia olandese Klaas Dijkhoff, responsabile per le politiche migratorie, ha commentato l’episodio definendolo indegno dei Paesi Bassi. euronews

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

 

ImolaOggi.it è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait. Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

Fai una donazione con PayPal





   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -