Militari USA si presentano in Libia, governo di Tobruk li invita ad andarsene

 

Un gruppo di una ventina di militari delle forze speciali degli Stati Uniti che era arrivato in Libia “in modo inaspettato” è stato invitato ad andare via da forze armate fedeli al governo di Tobruk. Lo ho riferito il sito del Libya Herald e lo ha confermato il Pentagono. Secondo il sito, i militari erano atterrati alla base aerea di al-Wattiyah, a sud-ovest di Tripoli, “ben equipaggiati”, con “fucili d’assalto” e con un “dune buggy”, un veicolo per la marcia su sabbia.

“I comandanti locali, perplessi, hanno detto agli stranieri di non essere a conoscenza di alcuna missione e hanno intimato loro di partire”, ha riferito ancora il Libya Herald.

Libia, leader parlamenti: governo di unità nazionale è stato imposto da potenze mondiali

Secondo una fonte del Pentagono citata dalla Nbc, invece, i militari Usa erano in Libia per “promuovere le relazioni”, “d’accordo con le autorità libiche”. Ma invitati da una “milizia locale” a partire, hanno lasciato il paese “senza incidenti”.

libia_usa_forzespecialiAlcuni dei militari Usa, dalla pagina Facebook delle Forze aeree libiche

Come si vede in una foto pubblicata dal Libya Herald, i militari americani indossavano abiti civili. Secondo analisti contattati dal sito, si trattava forse di una squadra incaricata di colpire il sedicente Stato islamico (Is) nei pressi di Sabratha. I 20 militari sono arrivati in Libia e sono ripartiti a bordo di un aereo registrato negli Emirati. AdNKRONOS


 

ImolaOggi.it è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait. Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

Fai una donazione con PayPal
 





   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -