Bruxelles, distrutto il presepe in piazza. Non è la prima volta

belgio-distrutto-presepe

Non è mai una buona notizia quando un presepe allestito nella piazza di una grande capitale europea per Natale subisce azioni vandaliche. Soprattutto se accade a Bruxelles, con tutti i problemi che la capitale del Belgio ha avuto negli ultimi mesi per via degli attentati terroristici in Francia. E soprattutto se è la seconda volta in due anni.

RUBARE GESÙ. Tre giovani di 20, 21 e 24 anni sono entrati nella grande mangiatoia che occupa il centro della piazza dal 27 novembre al 3 gennaio, hanno danneggiato il tetto e parti della struttura, poi hanno spaccato la culla che ospitava la statua di Gesù, facendo cadere a terra e danneggiando altre due statue all’interno, e dopo aver rubato il Bambinello, l’hanno lanciato sulla terrazza di un bar. La polizia che presiede la piazza si è accorta del lancio dell’oggetto e ha arrestato i tre, che lunedì sono stati rilasciati e condannati a ripagare i danni causati al presepe. Nessun elemento sull’identità dei vandali è stato rilasciato.

NATIVITÀ DIETRO LE SBARRE. L’accanimento contro la statua di Gesù a Bruxelles non è una novità. L’anno scorso due donne, attiviste del “Collettivo anonimo”, vicino al movimento delle Femen, avevano rubato travestite da poliziotte la culla dove si trovava Gesù e l’avevano portata via. Poi avevano preso a manganellate Maria e Giuseppe, appendendo all’entrata del Presepe lo striscione: “Fanculo i poveri”. L’obiettivo delle donne era compiere un «gesto ironico» e criticare il governo per non aver preso misure adeguate alla protezione dei più indigenti. Alle donne non è stato contestato nessun reato, ma la natività è stata protetta con delle sbarre.

@LeoneGrotti   —  Tempi.it

linea04

ImolaOggi.it è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait. Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

Fai una donazione con PayPal
 





   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -