Cambia conduttrice del TG1 dopo 28 anni, condannato Minzolini

“Cambiare conduttrice da 28 anni in video in Italia costa condanna a 4mesi: se rottami in politica ti fanno Premier, in Rai in galera. Allibito!”, è il commento del giornalista sul suo profilo Twitter.

minzolini

L’ex direttore del Tg1 Augusto Minzolini, attualmente parlamentare di Forza Italia, è stato condannato oggi a 4 mesi di reclusione per l’accusa di abuso d’ufficio. La condanna, pronunciata dai giudici della IV sezione penale del Tribunale di Roma, si riferisce alla rimozione avvenuta nel 2010 della giornalista Tiziana Ferrario dalla conduzione del Tg1 delle 20. La giornalista svolgeva le sue mansioni da ben 28 anni.

L’indagine che ha portato al processo e alla condanna pronunciata questa mattina è stata svolta dal pubblico ministero Sergio Colaiocco il quale a conclusione della requisitoria aveva chiesto a sua volta la condanna di Minzolini a 4 mesi di reclusione.

L’accusa era quella di avere tolto dalle sue mansioni per circa un anno la Ferrario omettendo poi di attribuirle nell’ambito della redazione esteri “qualsivoglia mansione dal marzo del 2010 al marzo 2011″. Secondo l’accusa la rimozione dalla conduzione della Ferrario fu “conseguenza di una vendetta per le critiche fatte sulla imparzialità del direttore a proposito delle notizie diffuse dopo la conclusione del processo Mills”. Recentemente la Corte di Cassazione aveva definitivamente confermato la condanna a 2 anni e 6 mesi di reclusione per l’utilizzazione impropria della carte di credito che gli era stata rilasciata dalla Rai per le spese di rappresentanza.

con fonte adnkronos



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -