ISIS come l’Arabia Saudita: donna decapitata in piazza per stregoneria

isis-decapitato-stregoneria

Non c’è fine all’orrore. Nessuna pietà per le donne. L’ultima notizia è drammatica. E arriva dalla Libia. I miliziani del sedicente Stato Islamico (Is) hanno decapitato nella pubblica piazza di Sirte, in Libia, una donna marocchina accusata di “«stregoneria” e giustiziato con un colpo d’arma da fuoco un uomo palestinese, riconosciuto colpevole di spionaggio. Lo rende noto l’agenzia di stampa vicina al governo islamico di Tripoli.

I jihadisti hanno anche tagliato la mano a un cittadino libico, accusato di furto. È da giugno che l’Is ha rivendicato il controllo di Sirte, città natale del defunto colonnello libico Muammar Gheddafi a circa 430 chilometri a est di Tripoli. Secondo un rapporto Onu l’Is può contare su duemila-tremila miliziani in Libia, tra cui 1.500 solo a Sirte.

A.Saudita: donna decapitata con l’accusa di stregoneria, 73 casi nel 2011

La Mecca: alleati dell’Occidente decapitano una donna in pubblica piazza

ISIS E ARABIA SAUDITA: TROVA LE DIFFERENZE

islam-arabia



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -