Municipali Arabia Saudita, una donna eletta alla Mecca

 

arabia-elezioni

 

Una saudita è stata eletta alla Mecca nel primo voto aperto alle donne nel regime ultraconservatore dell’Arabia Saudita. Lo ha annunciato oggi la Commissione elettorale locale. Salma bint Hizab al-Oteibi ha conquistato un seggio nel consiglio municipale di Madrakah, la regione della città santa della Mecca.

Le elezioni municipali si sono svolte ieri in Arabia saudita: elettori ed elettrici sono stati chiamati a scegliere tra 6.000 uomini e 900 donne candidati ai seggi dei 284 consigli municipali, i cui poteri sono limitati a questioni locali, strade, giardini pubblici e raccolta dell’immondizia, ma che sono anche le uniche assemblee del regno ad essere composte da rappresentanti eletti. Nella sua circoscrizione, Salma bint Hizab al-Oteibi correva contro sette uomini e due donne. (fonte Afp)

Tre in tutto le donne sono state elette in Arabia Saudita, le prime nella storia aperte al sesso femminile. E’ quanto emerge dai risultati ufficiosi del voto, al quale hanno partecipato 6.917 candidati, dei quali 979 donne. Le elette sono Salma al-Oteibi, che entra nel consiglio municipale della Mecca, e Lamy Abdelaziz e Rasha Hefzy, che hanno ottenuto un seggio nel consiglio di Gedda.

I risultati ufficiali delle elezioni alle quali per la prima volta le donne hanno potuto partecipare come candidate e come elettrici sono attesi nel corso della giornata. I due terzi dei 284 consigli municipali dell’Arabia Saudita vengono scelti dal popolo, mentre il restante terzo viene nominati dal governo.

Ad aprire il voto alle donne era stato nel 2011 re Abdullah, morto nel gennaio scorso, con un decreto nel quale aveva tra l’altro stabilito che le donne dovessero rappresentare il 20% dei componenti del Consiglio della Shura, organo consultivo con poteri limitati eletto nominato ogni quattro anni dal sovrano. adnkronos



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -