Salva banche, Padoan insulta chi ha perso tutto “scarsa educazione finanziaria”

Roma – “Il salvataggio delle quattro banche ha portato all’attenzione dell’opinione pubblica il problema della scarsa educazione finanziaria della popolazione italiana”.

padoan

E’ quanto ha affermato il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, intervenendo in commissione Bilancio della Camera sull’emendamento alla legge di stabilità che il governo si appresta a presentare per affrontare il problema dei risparmiatori colpiti dal salvataggio di Banca Popolare dell’Etruria, Banca delle Marche, Carife e Carichieti. “Un risparmiatore poco o male informato”, ha osservato Padoan, “è potenziale vittima di abusi. Occorre aumentare l’informazione e la capacita’ di valutazione dei risparmiatori per ridurre le asimmetrie informative e il rischio di abuso. Poiché reddito ed educazione sono associati, per migliorare le opportunità sociali anche per le fasce di popolazione meno abbienti è necessario lanciare un intervento di educazione finanziaria su larga scala“.
Il ministro ha spiegato che “gia’ a giugno di quest’anno il ministero dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca ha promosso insieme al ministero dell’Economia e delle Finanze e altri soggetti istituzionali e privati una ‘carta d’intenti per l’educazione economica come elemento di sviluppo e crescita sociale’”. “Questa iniziativa”, ha concluso, “sarà potenziata ed estesa all’educazione finanziaria”. “Lamentarsi delle regole una volta che sono entrate in vigore è inutile”, ha aggiunto il ministro, “è anche alquanto singolare se a lamentarsene sono gli stessi legislatori che le hanno approvate, ma anche in questo caso posso solo limitarmi a segnalare la mia ingenuità politica”.

Nemmeno un euro per salvare quelle banche – Il salvataggio delle quattro banche “non ha richiesto nemmeno un euro di risorse pubbliche”, ha ribadito Padoan, La procedura di risoluzione avviata dalla Banca d’Italia e’ stata “ritenuta preferibile alla liquidazione coatta amministrativa” poiche’ “le conseguenze della liquidazione sarebbero state disastrose: per i clienti, per i risparmiatori, per il tessuto economico dei territori interessati, per i dipendenti”.

Verso norma per fondo di contributo delle banche – “Stiamo preparando una norma che dispone la creazione di un fondo con il contributo delle banche” per dare una risposta ai risparmiatori, ha assicurato il ministro, annunciando che la norma sara’ introdotta “per mezzo di un emendamento governativo al disegno di legge di stabilita’, che dispone la creazione di un fondo per affrontare questi casi”. Il ministro ha spiegato che “le modalita’ e i criteri di intervento del fondo saranno definiti con un regolamento che sara’ emanato successivamente, anche alla luce delle verifiche in corso con la Commissione europea”. “Il governo intende dare una risposta” al problema dei risparmiatori colpiti dal salvataggio delle quattro banche e “ritiene che sia possibile definire un intervento compatibile con la disciplina europea degli aiuti di Stato”, ha sottolineato ancora il ministro dell’Economia. “Non si puo’ escludere che le quattro banche abbiano venduto obbligazioni subordinate a persone che presentavano un profilo di rischio incompatibile con la natura di questi titoli di investimenti ma questo e’ quanto andrebbe accertato con un’analisi di ogni singola posizione”. (AGI)



   

 

 

2 Commenti per “Salva banche, Padoan insulta chi ha perso tutto “scarsa educazione finanziaria””

  1. E’ una realtà che molti investitori hanno una scarsa istruzione finanziaria ma è molto molto più grave constatare che le banche hanno una scarsa onestà finanziaria. Padoan evita di menzionare questa seconda parte il che lascia supporre che egli si sorprenda della manchevolezza dei primi e accetti come normale le manchevolezze delle banche.

  2. Indubbiamente ci gioca il rapporto di fiducia. Sbagliando si è portati a credere che l’incaricato della Banca destinato da quest’ultima a consigliarti sul come investire i tuoi risparmi, sia persona attenta ai tuoi interessi e non certo a fregarti il gruzzolo con tanta fatica messo da parte. Anche chi ,con un po di studio potrebbe meglio comprendere se l’investimento è conveniente o meno, è portato a fidarsi di chi,certamente ne sa più di Lui ed è suo mestiere consigliarlo al meglio. Poi, se comprendesse qualche cosa di economia monetaria e di investimenti, potrebbe pensare ad esempio che c’è una Banca d’Italia e una Consob le quali controllano lo stato delle Banche e i titoli che queste offrono alla clientela. Una ricapitalizzazione di una Banca,magari effettuata per acquisire linfa sotto forma di danaro, credo debba essere approvata dalla Consob, così’ come l’emissione di titoli, dove troviamo l’emittente ad essere anche offerente e quindi in palese conflitto di interesse.Ma se il Ministro crede che ogni cittadino che sottoscrive titoli debba avere una cognizione finanziaria adeguata, non ci rimane che consigliare tutti quei risparmiatori che non si sentono all’altezza di tale compito e che non possono fidarsi dei consiglieri preposti, di prendere i propri denari e se non sotto il materasso tenerli sotto la classica mattonella.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -