La UE regala 200 milioni di euro all’Eritrea “per la lotta alla povertà”

 

sprechiL’Unione europea ha annunciato aiuti da 200 milioni di euro a favore dell’Eritrea nella lotta alla povertà e per lo sviluppo socio-economico del Paese, attraverso l’11esimo Fondo europeo di sviluppo (Fes) del periodo 2014-2020. Stando a quanto si legge in un comunicato diffuso dalla Commissione europea, l’Ue sosterrà due settori in particolare: l’energia e la governance (sottomissione all’ONU, ndr) .

“L’Ue garantirà aiuti allo sviluppo dove sono più necessari per ridurre la povertà e sostenere la popolazione – ha detto il Commissario per la Cooperazione internazionale Neven Mimica, citato nella nota – in Eritrea abbiamo concordato di promuovere attività con risultati concreti per la popolazione, quali la creazione di occupazione e il miglioramento delle condizioni di vita. Allo stesso tempo, stiamo insistendo sul pieno rispetto dei diritti umani nell’ambito del nostro dialogo politico con l’Eritrea”.

Nella nota si ricorda che l’Eritrea ha “uno dei più bassi tassi di accesso all’elettricità” per cui “sostenere il settore energetico è essenziale per il popolo eritreo in quanto permetterà di avere un migliore accesso ai servizi sociali, tra cui scuole, ospedali e centri sanitari”. Benefici ci saranno anche nel settore agricolo e nello sviluppo del settore ittico.

Il sostegno Ue alla governance avrà due obiettivi, si precisa nella nota: rafforzare la capacità eritrea di gestire meglio le finanze pubbliche e collaborare con le autorità ad applicare le raccomandazioni della revisione periodica universale (il meccanismo delle Nazioni Unite per esaminare le prestazioni dei diritti umani di tutti i 193 Stati membri delle Nazioni Unite). Per quanto riguarda la governance economica, l’Ue collaborerà alla produzione di statistiche affidabili e a costruire un ambiente favorevole per il settore privato. askanews



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -