Salva banche, Codacons: denuncia per istigazione al suicidio

banca-etruria

Codacons ha deciso di presentare oggi stesso un esposto in Procura per il grave reato di istigazione al suicidio. “Chiediamo alla Procura di Civitavecchia di aprire un’indagine sulla base dell’art. 580 del Codice Penale, volta ad accertare eventuali responsabilità di terzi nel suicidio del pensionato – afferma il Presidente Carlo Rienzi – In particolare vogliamo sapere se eventuali comportamenti di organi pubblici o soggetti privati abbiano potuto in quale modo contribuire al tragico gesto, spingendo l’uomo alla disperazione e quindi al suicidio”.

“Si tratta di un episodio gravissimo, e il rischio maggiore è quello dell’emulazione – prosegue Rienzi – Per tale motivo è importante ricordare a chi in questi giorni ha perso tutti i risparmi a causa del salvataggio delle 4 banche, che non tutto è perduto, e che esistono azioni legali come quella avviata dal Codacons che mirano al recupero integrale degli investimenti”. ansa



   

 

 

2 Commenti per “Salva banche, Codacons: denuncia per istigazione al suicidio”

  1. Finalmente una persona Onesta come il Signor RIENZI, non (Renzi), sono completamente d’accordo e aggiungerei, che fosse ora che in Italia si cominciasse a far pagare questa gentaglia che rubano e passarla sempre liscia.

  2. Dopo l’Omicidio stradale, per prevenire l’irresponsabilità dei governanti raccomandati e incapaci, si deve introdurre anche il reato di “Omicidio Statale”.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -