Lesioni aggravate all’autista dell’autobus: stranieri liberi dopo 48 ore

 

Il tribunale di Udine non ha convalidato l’arresto dei tre giovani stranieri, due albanesi e un marocchino, arrestati lunedì mattina dalla Polizia quali autori dell’aggressione all’autista della Saf, colpito a calci e pugni – dopo averlo inseguito – con l’autobus in movimento e diversi passeggeri a bordo per non aver atteso abbastanza alla fermata del mezzo.

LE RAGIONI. Il giudice non ha ritenuto che vi fossero gli elementi della flagranza o della quasi flagranza per consentire l’arresto. E non ha neppure disposto la misura dell’obbligo di firma chiesta dalla Procura della Repubblica perché, come hanno spiegato i difensori all’agenzia Ansa, «non c’è prova del loro coinvolgimento nella vicenda, non c’è neppure il più flebile indizio di colpevolezza».

NUOVA DATA. Scarcerati i tre giovani, il giudice ha concesso un termine a difesa, aggiornando il processo al 2 maggio.

udinetoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -