Kerry regala 24 milioni di dollari all’ONU fingendo di aiutare la Grecia

 

Prima ci fanno invadere dai clandestini e poi regalano milioni di dollari all’ONU fingendo di farci un favore.

“Gli Stati Uniti vogliono sostenere la Grecia nel suo sforzo con i rifugiati e nella sua ripresa economica”, a dirlo il segretario di stati americano John Kerry che si è fermato ad Atene nel corso di una tournée europea che lo porta a Cipro, in Serbia e Kosovo.

Kerry ha anche annunciato lo stanziamento di 24 milioni di dollari supplementari al commissariato Onu per i rifugiati (Acnur) per le operazioni in Grecia, un aiuto per contrastare la crisi.

“Non possiamo risolvere da soli il dramma dei rifugiati”, ha detto Kerry, “ma dobbiamo favorire la stabilità della regione e la sicurezza dei cittadini. Faremo quanto in nostro potere per migliorare la situazione nelle settimane a venire”.

John Kerry ha salutato positivamente le riforme economiche avviate dal governo Tsipras. Incontrando il ministro dell’economia Nikos Kotzias, Kerry ha garantito che gli Usa sono fieri di sostenere la Grecia nel cammino verso la ripresa economica, cosa che ha comportato scelte politiche difficili e molti sacrifici.

“La visita di Kerry”, dice il nostro corrispondnente, “giunge in un momento in cui la Grecia sta cercando una soluzione all’incessante flusso di rifugiati e ai propri problemi economici. La sola presenza di Kerry potrebbe aiutare Tsipras a meglio negoziare con l’Unione Europea”.

euronews



   

 

 

1 Commento per “Kerry regala 24 milioni di dollari all’ONU fingendo di aiutare la Grecia”

  1. I vermi non si smentiscono mai!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -