Eni, Barbagallo: “Non si svendano i gioielli di famiglia, il Paese arretrerà ancora”

 

“Non si svendano i gioielli di famiglia. Abbiamo bisogno di mantenere delle produzioni strategiche altrimenti, dopo che avremmo svenduto tutto, il Paese arretrerà ancora. E’ un pericolo che non vogliamo correre”. Ad affermarlo è il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, in occasione dell’Assemblea dei delegati del gruppo Eni che ha annunciato per il 20 gennaio prossimo uno sciopero di 8 ore in tutti gli stabilimenti dell’Eni e una manifestazione nazionale a San Donato Milanese il 17 dicembre.

“Abbiamo scritto al premier Matteo Renzi -sottolinea il leader della Uil – per chiedergli di farci capire cosa vuole fare: si mette sul mercato il 40% delle Fs per una mancia di 3 miliardi. Questa operazione non è una svendita ma è un regalo; vogliamo capire quale è il piano industriale per l’Ilva; dobbiamo vedere dove va l’Eni visto che vogliono dare il 70% di Versalis dopo aver ceduto delle quota in Snam e Saipem ” e capire “quale è la regia di queste impostazioni“.

“Non contestiamo le privatizzazioni ma – conclude – contestiamo che non c’è una politica industriale nel nostro Paese. Siamo disponibili a discutere di tutto ma vorremmo capire di che cosa stiamo parlando”.

Adnkronos



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -