Francia, i media di regime contro Marine Le Pen

marine-lepen

Il Fn è in testa, per il primo turno, in sei regioni su 12. Questo secondo un sondaggio realizzato dall’istituto Ipsos/Sopra-Steria per il quotidiano Le Monde che ha scatenato l’isteria antidemocratica dei media di regime.

A due giorni dalle elezioni regionali francesi anche il quotidiano Le Monde, tra i più importanti del Paese, prende posizione contro il Front National di Marine Le Pen. “Questo partito costituisce una grave minaccia per il Paese”, scrive il giornale parigino mettendo in guardia gli elettori.

“La sua ideologia, le sue proposte, sono contrarie ai valori repubblicani, all’interesse nazionale e all’immagine della Francia nel mondo”. Nei giorni scorsi anche La Voix du Nord, il quotidiano locale della regione in cui Marine Le Pen corre per la presidenza (Picardie-Nord-Pas-de-Calais) si è schierato contro di lei.

Rachida Dati, deputata di origini nordafricane, ha dichiarato addirittura: “Un disastro se vince Marine”

Da parte sua, Mrine mette in guardia i Francesi sui pericoli dell’Islam radicale in Francia.

“Se falliamo, il totalitarismo islamico prenderà il potere nel nostro Paese, come lo ha preso in Libia, con l’aiuto di Nicolas Sarkozy, come tenta di prenderlo in Siria, in Egitto, in Tunisia. La sharia, la legge islamica, sostituirà la nostra costituzione, l’Islam radicale prenderà il posto delle nostre leggi, il burqa verrà imposto a tutte le donne”.



   

 

 

1 Commento per “Francia, i media di regime contro Marine Le Pen”

  1. E te pareva, ma il popolo Francese non e come gli Italioti che abboccano all’amo.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -