Draghi delude i mercati affossando le borse, 310 miliardi in fumo

 

Draghi-MarioLa Bce delude i mercati finanziari affossando le borse e mettendo il turbo all’euro che balza da 1,0550 a oltre 1,09 rispetto al dollaro. Giornata nera sull’azionario. Listini ben impostati al rialzo ma dopo le misure annunciate da Mario Draghi scatta l’ondata di vendite. Solo sei mesi di estensione del qe e il taglio del tasso sui depositi sono ben al di sotto del consensus degli analisti. Al termine della seduta forti ribassi sull’azionario.

Francoforte e Parigi maglia nera con l’indice Dax che lascia sul terreno il 3,63% mentre il Cac-40 accusa un tonfo del 3,68%. L’indice Eurostoxx 600 perde quasi il 3%, mandando in fumo 310 miliardi di euro in termini di capitalizzazione delle borse europee. Meno pesante il bilancio per Milano e Madrid che fermano i ribassi al 2,50%, mentre Londra cede il 2,30%. Performance analoga anche sul mercato secondario con massicce vendite di bond governativi dell’area euro. In particolare lettera sui Bund tedeschi con il rendimento che torna a sfiorare lo 0,70%. Per il Btp decennale italiano il rendimento è salito all’1,67% rispetto all’1,37% che faceva segnare poco prima degli annunci della Bce.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -