Stragi Parigi: la Francia chiude 3 moschee salafite, una con scuola coranica

islamici

Da quando è stato dichiarato lo stato d’emergenza per gli attentati di Parigi del 13 novembre, in Francia sono state chiuse tre moschee per la loro radicalizzazione salafita. Lo ha annunciato in conferenza stampa il ministro dell’Interno francese, Bernard Cazeneuve, aggiungendo che l’ultima moschea è stata chiusa stamattina a Lagny-sur-Marne, nei dintorni di Parigi, dove un’operazione militare ha anche portato al sequestro di un revolver calibro 9 in casa di uno dei dirigenti della moschea.

Cazeneuve ha aggiunto che è stato notificato a 22 persone il divieto di uscire dalla Francia e che altre nove sono state messe in libertà vigilata.

La moschea chiusa oggi, ha spiegato il ministro, ospitava una scuola coranica non dichiarata, e i poliziotti hanno sequestrato un hard disk e diversi documenti sulla jihad. Le altre due moschee chiuse si trovano invece vicino Lione, nell’est del Paese, e a Gennevilliers, nei dintorni della capitale.

Sempre secondo i dati forniti da Cazeneuve, dalla dichiarazione dello stato d’emergenza sono state effettuati 263 arresti e 2.235 perquisizioni e sono stati avviati 346 procedimenti giudiziari; sono state inoltre sequestrate 334 armi, 145 delle quali di grosso calibro e 34 da guerra. (LaPresse/EFE)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -