La Colombia entra nell’area Schengen, ingresso senza visto

Condividi

 

Agreement between the European Union and the Republic of Colombia in Brusselsfoto EPA/LAURENT DUBRULE

 

Da domani i colombiani potranno entrare nei paesi Ue dell’area Schengen, tra cui l’Italia, senza bisogno di visto. L’accordo è stato firmato oggi a Bruxelles alla presenza del presidente colombiano, Juan Manuel Santos, che non ha esitato nel definire la giornata “storica”. “E’ importante per la dignità dei colombiani”, ha detto Santos alla stampa, sottolineando come adesso non dovranno passare per “l’umiliante procedura” di rilascio del visto per andare a visitare un paese europeo. La firma dell’accordo – ha aggiunto – è anche “il riconoscimento del progresso fatto dal paese, che e’ una democrazia solida”, cosi come “dei buoni rapporti” tra Bogotà e l’Ue.

L’accordo è stato firmato, da Jean Asselborn, ministro dell’immigrazione lussemburghese, da Dimitris Avramopoulos, Commissario per Affari interni e migrazione e da Maria Angela Holguin, ministro degli Esteri della Colombia. Alla cerimonia era presente l’Alto rappresentante Ue per gli Affari esteri Federica Mogherini, secondo la quale quest’accordo “agevolerà la mobilità umana tra due parti del mondo che sono culturalmente e storicamente molto vicine”.

In virtù dell’accordo, i colombiani potranno viaggiare senza visto e soggiornare liberamente per non più di 90 giorni, su un periodo di 180 giorni, in 26 dei 28 paesi dell’Ue (esclusi Irlanda e Inghilterra). Lo stesso vale per i cittadini dell’Ue che si recano da domani nel territorio della Colombia.

ANSA Europa

GRAZIE EUROPA!! Cocaina libera e ingresso libero alle gang di latinos!! I narcotrafficanti festeggiano

 Si chiamano Latin Kings, Los Diamantes, Mara Salvatrucha, inquadrano teenager ecuadoriani, colombiani, peruviani, argentini, sono dedite alle rapine, alle risse per il controllo del territorio, anche se non sono mancati gli omicidi. Quello delle bande latino-americane è un fenomeno nuovo che, soprattutto a Genova e Milano, ma un po’ ovunque nei centri storici e nelle periferie delle invecchiate città italiane sta seminando la paura

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -