Migranti: tre scafisti ucraini condannati a Lecce

 

Tre ‘scafisti’ di nazionalita’ ucraina, che trasportarono migranti irregolari in Salento, sono stati condannati a quattro anni di reclusione dal gup di Lecce Simona Panzera. Lo sbarco di cui sono ritenuti responsabili avvenne il 24 maggio scorso in localita’ ‘Ciolo’ di Gagliano del Capo. A bordo di un caicco di venti metri intercettato in mare dalla Guardia costiera, furono trasportati in Italia circa ottanta persone, di nazionalita’ irachena e afgana, tra cui una decina di minori. I tre furono subito arrestati, grazie alle testimonianze delle persone trasportate sull’imbarcazione.

A distanza di pochi mesi e’ arrivato il processo per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, con l’aggravante della finalita’ di lucro e della collaborazione della criminalita’ internazionale. Oltre alla detenzione, i quattro ucraini sono stati condannati anche ad una multa di due mln di euro. (AGI)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -