“Indesiderabili in Russia” altre due ONG del sicario economico Soros

La Procura generale della Russia ha qualificato “indesiderabili in Russia” altre due ONG straniere, ha comunicato oggi la portavoce della Procura Marina Gridneva.

Secondo Gridneva, citata dall’agenia RIA Novosti, si tratta di Open Society Foundations e di OSI Assistance Foundation che entrambe fanno capo al Soros Fund — rete internazionale di organizzazioni (che si spacciano per) filantropiche, create dal miliardario americano George Soros.

Firenze: chi sostiene gli avvocati dei Rom? Le Fondazioni di George Soros

soros

È stato accertato che l’attività (loro)… rappresenta una minaccia alle basi dell’ordinamento costituzionale della Federazione Russa e alla sicurezza dello Stato“, — ha detto Marina Gridneva.

La decisione è stata presa sulla base dell’analisi svolta dopo il ricevimento di una lettera del Consiglio della Federazione della Russia in cui i parlamentari chiedevano alla Procura, al ministero degli Esteri e al ministero della Giustizia di verificare l’attività delle ONG incluse nella cosiddetta “stop-list patriottica”, approvata dalla Camera alta del Parlameno russo in luglio dell’anno in corso.

In maggio in Russia veniva approvata una legge che permette di qualificare le ONG straniere e internazionali come “non gradite in Russia”, se la loro attività compromette le basi costituzionali, la capacità difensiva o la sicurezza della Russia.

In conformità alla legge in questione, la decisione sulla non desiderabilità delle organizzazioni viene presa dalla Procura generale di concerto con il ministero degli Esteri. Procedura analoga è prevista anche per la revoca della decisione.

Emma Bonino e George Soros

Emma Bonino e lo speculatore George Soros

George Soros, noto come uno dei più grandi speculatori del mondo, si è più volte ingerito nella politica di vari Stati. Le sue Fondazioni sono state più volte accusate di sostegno delle attività dirette contro i governi legittimi. Il miliardario stesso non nega che con i suoi soldi ha aiutato a organizzare la prima “rivoluzione arancione” in Ucraina nel 2004 e l’Euromaidan del 2013.

Alla luce della crisi in Ucraina la posizione di Soros è nettamente antirussa. Alcune settimane fa il presidente dell’Ucraina Poroshenko gli ha conferito l’Ordine della Libertà per il suo “contributo personale alla promozione dell’immagine internazionale dello Stato ucraino”.

it.sputniknews.com

Soros: “e’ VERO, ho finanziato il colpo di stato in Ucraina”

Soros alla CNN: “ho giocato un ruolo importante negli eventi in Ucraina”

Ucraina: nuovo governo con i ministri scelti da Soros. La Mogherini che dice?



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -