Milano: rapina con asce e machete, banda paramilitare reclutata in Romania

 

Milano – La Polizia di Stato ha individuato tutti i responsabili della rapina all’orologeria ‘Pisa’ commessa l’1 dicembre 2014 a Milano, quando 8 uomini armati di pistole, asce e machete avevano fatto irruzione nell’esercizio, in pieno Quadrilatero della moda, portando via orologi per un valore di oltre 800mila euro. Si tratta di altri 6 presunti esecutori (uno era stato arrestato subito e l’ottavo è minorenne) nonché di colui che, dalla Romania, li ha reclutati e organizzato la rapina.

I “topi d’appartamento”? Sono ex militari dell’Est, professionisti della violenza

bergoglioI componenti della banda si chiamavano “soldati” tra loro, e si erano dati una preparazione quasi paramilitare. “Erano tutti giovanissimi, al massimo poco più che ventenni – raccontano gli investigatori – Trascorrevano 4-5 mesi in un’area boschiva della Romania dove ricevevano un addestramento paramilitare che comprendeva abituarsi a dormire in condizioni estreme, vivere al freddo in tenda, esercitarsi all’esecuzione della rapina“.

L’organizzazione gestiva diversi gruppi che partivano per colpire gioiellerie in tutta Europa. Per quella di Milano da Pisa – un colpo da 830mila euro – la banda di otto rapinatori è arrivata in città con un pullman per non lasciare tracce, ha dormito tre giorni in tenda in un’area boschiva in zona Rogoredo durante i sopralluoghi e dopo il colpo è ripartita subito. ansa



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -