Venezia: funerale laico per Valeria. Il padre: bene anche la benedizione dell’imam

 

Ha riaperto a Ca’ Farsetti, sede del comune di Venezia, la camera ardente di Valeria Solesin, la giovane uccisa dai terroristi nel corso degli attentati di Parigi del 13 novembre scorso. Oltre alle migliaia di concittadini che gia’ ieri le hanno portato l’ultimo saluto, oggi sono attesi il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e quello della Camera, Laura Boldrini.

ravagnani_cococoine

Le esequie, una cerimonia civile in piazza San Marco, sono previste per domani alle 11. La cerimonia di saluto per Valeria non sara’ “una cerimonia laica, bensi’ civile, perche’ tutti possano partecipare senza che nessuno ci metta il cappello sopra”, ha spiegato ieri il padre della ragazza, Alberto. “Le benedizioni mi vanno benissimo, anche quella dell’imam.
Noi crediamo nei valori che non dividono le persone”, ha aggiunto in una giornata in cui, dal mattino fino al tardo pomeriggio centinaia di persone si sono accodate per l’ultimo saluto in vista della cerimonia di domani in piazza San Marco.

Alla camera ardente si e’ recato anche il patriarca di Venezia, monsignor Francesco Moraglia, che, dopo aver detto alcune parole di conforto ai genitori, ha anche lasciato un messaggio nel libro di condoglianze: “La Chiesa ti porta nella sua preghiera con grande affetto e tenerezza. Rimarrai nel nostro ricordo come una ragazza semplice volitiva, intelligente generosa. La’ dove tu sei nella gioia, da dove tu vedi tutti noi, abbi cura di mamma Luciana, di papa’ Alberto, di Dario, di Andrea (rispettivamente il fratello e il fidanzato).
Arrivederci con affetto”, ha scritto. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -