La Gb taglia i fondi antiterrorismo e compra 138 F-35 USA per 17 miliardi

 

Il governo britannico sembra soffrire di una sorta di dissociazione nella strategia per la lotta al terrorismo. Con la Gran Bretagna, dopo la strage di Parigi di venerdi’ scorso, in cima alla lista degli obiettivi di Isis da colpire, Scotland Yard, scrive l’Observer, ha criticato il piano di tagli da 200 milioni di sterline (282 milioni di euro) alle forze antiterrorismo, schierate in prima linea per impedire un attentato a Londra. Piano che il cancelliere dello Scacchiere (ministro delle Finanze) George Osborne annuncera’ domani. Lo stesso che oggi tronfiamente conferma in un’intervista al Sunday Times che Londra accelerara’ il piano di acquisto da ben 12 miliardi di sterline (17 miliardi di euro) per dotarsi di 138 esemplari dei controversi super-caccia Made in Usa, F-35, in ritardo di 8 anni sul programma ed i cui costi sono, quelli si’, decollati senza problemi.Aerei la cui utilita’ nella prevenzione agli attentati sfugge ai piu’. Secondo l’Observer i capi delle polizie inglesi, a partire da Scotland Yard, hanno scritto a Osborne per chiedergli di riconsiderare del tutto il suo piano di tagli alla luce della strage di Parigi.

In una lettera Lord Osborne, capo di Scotlanmd Yard ai tempi degli attentati di londra del 7 luglio 2005 che causarono 52 morti, ha sottolineato che in realta’ la polizia londinese ha bisogno di un significativo aumento di agenti armati in strada per circa 80 milioni di sterline extra nel primo anno e 62 negli anni a seguire. Sempre Scotland Yard ritiene l’aumento del rischio attentati implichi un incremento nel numero di agenti specializzati nell’uso delle armi (il grosso di quelli in giro per Londra sono disarmati) al costo di 15 milioni.

Osborne, invece, rivela al Times che la Gran Bretagna comprera’ i primi 42 F-35 entro il 2023. Di questi, 24 saranno destinati alle due portaerei ancora in costruzione (Hms Queen Elizabeth e Hms Prince of Wales) e non entreranno in servizio prima del 2020. Portaerei di cui, peraltro, per la prima volta nella sua storia la Royal navy e’ priva dallo scorso anno. agi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -