Terrorismo, allarme Fbi: rischio attacchi a San Pietro, Duomo e Scala di Milano

 

roma

Sono state ulteriormente rafforzate in Italia le misure di sicurezza per un’allerta attentati in base a informazioni che fanno riferimento a possibili attacchi ai principali luoghi di culto e aggregazione. L’allarme sarebbe scattato in seguito ad una segnalazione del Fbi che indicava come possibili obiettivi San Pietro a Roma, il Duomo e la Scala a Milano.

Si mettano d’accordo almeno!! Gentiloni sminuisce le minacce Isis: usa Roma per fare propaganda

Il Federal Bureau Investigation, secondo quanto si apprende, avrebbe rilanciato ai servizi italiani una informativa a sua volta ricevuta dalla Dea. Sono quindi stati ulteriormente rafforzati controlli, servizi di vigilanza e posti di blocco a Roma e Milano. L’Fbi, inoltre, avrebbe segnalato alle autorità italiane 5 nominativi sospetti su cui svolgere approfondimenti investigativi. Si tratterebbe, secondo quanto si apprende, di nomi arabi sui quali però, al momento, non ci sarebbero riscontri. In ogni caso, non sarebbero stati indicati, sempre secondo quanto si apprende, segnali diretti di minacce concrete. (rainews.it)

“Chiediamo ad Allah di sostenere i mujaheddin contro gli agenti dei leader dell’idolatria e i crociati finché la bandiera del Califfato non sarà issata su Istanbul e la Città del Vaticano”. E’ la minaccia dell’Isis contenuta nell’ultimo numero del loro magazine, Dabiq. (ansa)



   

 

 

1 Commento per “Terrorismo, allarme Fbi: rischio attacchi a San Pietro, Duomo e Scala di Milano”

  1. Se arravasse nel mio negozio un “picciotto” che mi “avvertisse” che il mio magazzino “potrebbe prendere fuoco” io penserei che costui non ha doti medianiche e nemmeno che m’avverte perchè l’ha sentito dal cuggino, costui mi manda un avvertimento mafioso.
    Le bandiere del “califfato” le producono a Istambul, anzi, in Turchia c’è proprio il “califfo” si chiama Erdogan.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -