Coppia arrestata per violenza sessuale sulla figlia di 3 anni

Parco Verde di Caivano, coppia arrestata per violenza sessuale sulla figlia di 3 anni

Una vicenda agghiacciante quella che emergebbe dalle indagini dei Carabinieri che questa mattina, all’alba, hanno portato all’arresto di una coppia di conviventi accusati di violenza sessuale nei confronti della figlia di soli 3 anni.

Le indagini sono state coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord.Ad eseguire l’ordine di custodia cautelare emessa dal Gip su richiesta della Procura di Napoli Nord, sono stati i Carabinieri della Compagnia di Casoria.

Le investigazioni – spiegano le forze dell’ordine – pur derivando dalla vicenda, che ha suscitato grave allarme tra la popolazione, della morte della piccola Fortuna Loffredo, avvenuta nel Parco Verde di Caivano il 24 giugno 2014, hanno portato alla luce un ulteriore fatto autonomo rispetto a quell’episodio criminoso.

Secondo quanto ricostruito dalle indagini, l’uomo avrebbe costretto la bimba a subire atti sessuali contro la sua volontà in presenza della madre, la quale, sebbene avvisata in più occasioni dalla figlia dei comportamenti assunti dal convivente ai suoi danni, non li avrebbe mai impediti né tanto meno avrebbe denunciato l’accuduto.

Nell’ambito della medesima indagine, furono già adottati provvedimenti cautelari personali ed arrestati 2 coniugi, che abitavano nella stessa palazzina della piccola Loffredo, anch’essi accusati di violenza sessuale aggravata nei confronti della loro figlia di 12 anni.

napolitoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -