Il G20 difende l’islam: non legare il terrorismo a religioni o gruppi etnici

 

“Condanniamo nella maniera più forte possibile i mostruosi attacchi terroristici a Parigi e ad Ankara, che sono un inaccettabile affronto a tutta l’umanità”.

g20

(askanews) E’ quanto si legge nella bozza della dichiarazione del G20 sulla lotta contro il terrorismo. I 20 leader dei maggiori Paesi del mondo condannano “inequivocabilmente tutti gli atti, metodi e pratiche di terrorismo, che non possono essere giustificati in alcuna circostanza, a prescindere dalle loro motivazioni, in tutte le loro forme e manifestazioni, ovunque e da chiunque siano commessi”.

Tuttavia, si precisa, “riaffermiamo che il terrorismo non può e non deve essere associato ad alcuna religione, nazionalità, civiltà o gruppo etnico“.

Forse i politicanti del G20 non sanno che alcuni dei terroristi francesi erano stati arruolati  in moschea. Proprio questa mattina infatti, il premier francese, Manuel Valls, parlando alla radio Rtl, ha detto: “Bisogna chiudere le moschee, le associazioni che sono contrarie ai valori della Repubblica” di Francia.

fiaccolata-afghanipresunta manifestazione di solidarietà degli afghani musulmani a Roma

Ed ha aggiunto: “Nel quadro della legge sull’intelligence che è stata adottata già da qualche giorno, nonostante qualche critica, abbiamo tra gli strumenti l’intercettazione elettronica permanente delle persone che i giudici considerano pericolose”.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -