Obama: la Turchia “partner importante” nella lotta contro Isis

 

“I cieli si sono oscurati a causa degli orribili attentati avvenuti a Parigi”, proviamo “solidarietà con il popolo francese, perseguiremo gli assalitori per portarli davanti alla giustizia”.

Lo ha dichiarato il presidente degli Stato Uniti, Barack Obama, in conferenza stampa congiunta con l’omologo turco Recep Tayyp Erdogan, ad Antalya al summit del G20.

Obama-Erdogan

“Il massacro di persone innocenti non è solo un attacco contro Ankara e Parigi, ma un attacco contro l’umanità intera”, ha proseguito. Obama ha anche osato definire la Turchia, che arma i terroristi, come un “partner importante” nella lotta contro lo Stato islamico. Erdogan, da parte sua, ha detto che questo summit darà “un messaggio forte” contro il terrorismo internazionale. “Come tutti sanno, il terrorismo non conosce religione, nazionalità o lingua”, ha affermato. (LaPresse/EFE)

E dopo la mistificazione, ecco la realtà

Carri armati turchi attraversano il confine sotto le bandiere di ISIS

La Turchia “riconosce” lo Stato Islamico. E Merkel la fa entrare nella UE

Risolto il mistero dei veicoli Toyota in mano all’Isis: sono stati forniti dagli USA

Navi Usa sbarcano in Turchia, uomini e armi per l’Isis

Circa 2000 vetture rubate in Turchia sono in mano all’Isis

Patriarca di Antiochia: “La Turchia aiuta Isis, non è un segreto”

“Perché la Nato finge di non vedere i legami tra Isis e Turchia?”

La Turchia si tradisce: “ISIS ingrato, traditore e abietto”

ISIS è stato creato dagli Stati Uniti con il supporto turco e arabo

Libia: la nave turca diretta a Derna bombardata perché “portava armi all’Isis”



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -