Sacrestano 75enne pestato e rapinato da due nordafricani

 

Il volto e i polsi lividi. Due costole rotte. Ma si sente fortunato a poterlo raccontare. Gino Tamagnini Ricci, 75 anni, sacrestano della parrocchia di San Martino Monte l’Abate come ogni giovedì pomeriggio si era presentato in chiesa, per aprire in vista della funzione delle 18.30, quando è stato aggredito da due uomini, bloccato e legato.

Due uomini col volto coperto, dall’accento nordafricano, lo hanno assalito in sacrestia e Uno dei due gli è montato sulla schiena rompendogli due costole.

Rapinati lo smartphone del 75enne e un portamonete con dentro appena 10 euro. Gli aggressori sono fuggiti, indaga la polizia.



   

 

 

1 Commento per “Sacrestano 75enne pestato e rapinato da due nordafricani”

  1. Be si sono vostri fratelli dovete accoglierli, certo di sicuro non sono i miei fratelli, questi sono solo bestie importate da chi li hanno fatto entrare nel nostro territorio, dovete dire grazie a questi CxxxxxxI che non sono capaci di difendere i loro cittadini e chi non e capace e persevera e un VxxxxxxxO, qui in Italia entrano da tutte le parti perché siamo senza alcun controllo in Sardegna sono arrivati con una barca senza che nessuno se ne erano accorti, ma come può fare un ministro a far succedere queste cose specialmente nelle vicinanze del Giubileo qui siamo tutti sotto tiro nemico vedere la Francia cosa è successo quanti poveri innocenti sono morti.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -