Parigi: 30 morti. Presi 60 ostaggi in sala concerti. Udite urla “Allah è grande”

Torna l’incubo a Parigi. Ci sarebbero circa 60 persone prese in ostaggio nella sala concerti Bataclan nel XI arrondissement, vicino alla sede di Charlie Hebdo. dopo che tre diverse sparatorie sono avvenute nella capitale con un bilancio al momento di 30 morti.

parigi-attentato

Alcune persone sono tenute in ostaggio all’interno del Bataclan, la sala concerti dov’è scoppiata una delle sparatorie nel centro di Parigi. Lo riferisce la rete all news i-Telé, citando fonti di polizia. A Parigi un primo sparatore sarebbe stato abbattuto dagli agenti francesi

Almeno 3 persone sono morte e 10 sono rimaste ferite attorno allo Stade de France, dove tre esplosioni – sembra con polvere da sparo mista a chiodi – hanno devastato un ristorante nei pressi dell’impianto sportivo dove era in corso l’amichevole Francia-Germania.

Prima in un ristorante nel X arrondissement, poi in una sala da concerti nell’XI arrondissement, poi ancora, a quanto sembra, in un bar dell’XI arrondissement. Contemporaneamente, giunge notizia di almeno tre esplosioni nei dintorni dello Stade de France di Saint-Denis, dove è in corso l’amichevole Francia-Germania. Il presidente Francois Hollande è stato fatto allontanare. Dopo le tre esplosioni allo Stade de France – dove migliaia di persone assistono all’amichevole Francia-Germania – le inferriate attorno all’impianto sono state bloccate. Nessuno al momento può più lasciare i dintorni dello stadio. Si ignora come sarà gestito, fra pochi minuti, il deflusso degli spettatori.



   

 

 

1 Commento per “Parigi: 30 morti. Presi 60 ostaggi in sala concerti. Udite urla “Allah è grande””

  1. Per prima cosa condoglianze per le vittime innocenti e inermi, nella UE quasi tutti i Governi inneggiano ad accogliere i Clandestini ed eccovi i risultati e non venite a dire che i Clandestini non c’entrano nulla, perché nella mischia ci sono sicuramente anche loro, mi ripeto basta con il buonismo, questi che hanno fatto l’attentato sono finti agnelli, ma in realtà sono delle bestie vigliacchi, e i politici negano l’evidenza dei fatti, ed ecco ancora una volta i risultati ma quello che mi dispiace e che non ci capitano i veri colpevoli, di quello che da alcuni anni sta succedendo giorno dopo giorno o fingono di non saperlo, e non capisco porche li difendono e li accolgono persino ad andarli a prendere.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -