Terrorismo internazionale: blitz dei Ros, 17 arresti. Tre fermi in Norvegia

 

Roma – Blitz antiterrorismo in tutta Europa guidato dai carabinieri del Ros in collaborazione con le autorita’ giudiziarie e di polizia di numerosi Stati europei, coordinate da Eurojust.

Mulla-Krekar

Il Gip del Tribunale di Roma su richiesta della procura capitolina ha emesso 17 ordini di custodia per associazione con finalita’ di terrorismo internazionale per l’operazione denominata “JWeb”. Intanto in Norvegia e’ stato fermato nel corso di un raid notturno, una controversa e nota figura del mondo islamico locale, Mulla Krekar, sospettato di pianificare un attentato in Italia.

Qualche ora piu’ tardi il suo arresto, nel corso di due altre perquisizioni della polizia, sono state fermate due altre persone. Gli arrestati, afferma la polizia, rivendicavano l’organizzazione di atti terroristici in Italia; e gli arresti sono stati compiuti dopo contatti con la polizia italiana che aveva inoltrato richiesta delle autorita’ norvegesi.

Krekar e’ una figura nota in Norvegia, venuto alla ribalta nel 2012, quando fini’ in carcere per minacce di morte ad Erna Solberg, l’attuale premier e allora figura emergente del partito conservatore. Precedentemente Krekar aveva gia’ minacciato l’ex premier norvegese, Kjell Magne Bondevik, e comunque era stato al centro di polemiche per le sue ‘uscite’ relative a un’interpretazione molto rigida dell’Islam. Secondo l’emittente norvegese TV 2 e’ gia’ all’esame un accordo per l’estradizione di Krekar in Italia. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -