Video – Pentito della mafia nigeriana: «Quei sopralluoghi Isis in Italia»

Ha trentadue anni, è nato in Nigeria, le iniziali del suo nome sono O.D., vive in Libia dove è al servizio dell’Isis e da mesi sta cercando di venire in Italia per eseguire una serie di sopralluoghi finalizzati alla pianificazione di attentati. Per poter agire in sicurezza e assicurarsi copertura logistica e organizzativa ha provato a mettersi in contatto con i gruppi Eye della mafia nigeriana presenti sul litorale casertano e laziale.

L’anello di congiunzione tra il presunto terrorista islamico e la mafia nigeriana presente in Italia è un ragazzo ghanese coinvolto per un periodo con i gruppi Eye, mafia nigeriana di Castelvolturno, che ora rischia la vita. Questo ragazzo infatti ha avuto la forza di raccontare questa storia agli inquirenti e denunciare i componenti della cosca per vari reati e ora è sottoposto ad un programma di protezione. Vive in una località protetta e viene spostato frequentemente corriere



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -