Roma: somalo palpeggia una turista mentre il complice deruba l’amica

Roma – Esquilino: palpeggia turista in via Giolitti mentre complice borseggia l’amica

E’ stata borseggiata da un complice del violentatore mentre cercava di aiutare l’amica che era appena stata palpeggiata nelle parti intime. Vittime una turista portoghese di 22 anni ed una di 23, con la prima di mira dal molestatore nella tarda serata di ieri in via Giolitti, nella zona della Stazione Termini.

Ad essere arrestato con l’accusa di violenza sessuale, concorso in furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale un cittadino somalo di 19 anni, senza fissa dimora, disoccupato e già noto alle forze dell’ordine bloccato dai carabinieri del Comando di piazza Venezie e da quelli del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro.

VIOLENZA SESSUALE IN VIA GIOLITTI – I militari, a seguito di una segnalazione giunta al 112, sono intervenuti all’Esquilino dove hanno soccorso una turista portoghese, di 22 anni, che poco prima era stata aggredita e palpeggiata da uno straniero mentre l’amica della vittima, una connazionale di 23 anni, corsa in suo aiuto, nelle fasi concitate è stata borseggiata da un complice dell’arrestato.

IDENTIKIT DEGLI AGGRESSORI – Le turiste hanno fornito ai militari una sommaria descrizione dei due aggressori e poco dopo, in piazza dei Cinquecento sono riusciti ad individuare e arrestare il 19enne, che nel tentativo di guadagnare la fuga, ha anche opposto resistenza. Il complice è invece ancora ricercato ed è riuscito a fuggire con il portafogli della 23enne.

RITO DIRETTISSIMO – Portato in caserma il giovane è stato trattenuto in attesa di essere condotto presso il Tribunale di Roma per il rito direttissimo.

romatoday.it



   

 

 

2 Commenti per “Roma: somalo palpeggia una turista mentre il complice deruba l’amica”

  1. Scusate, ma è allucinante che questi delinquenti tra cui sono già noti alle forze dell’ordine continuano tranquillamente senza alcun problema a commettere reati su reati ma i Giudici quanto ca22o li rimpatriano nei loro paesi? ma cosa aspettano che ci escono qualche vittima?

  2. Occorre fare una legge per la difesa sacrosanta; in particolar modo quando è evidente un atteggiamento di aggressione . Tutte le conseguenze a carico dell’aggressore. Siamo stanki di dover subire leggi che tutelano il crimine. a carico dell’onesto che reagisce. – Dal Ministro Dell’interno E’ gradito una sua precisazione . poichè E’ lui , la massima autorità responabile.!
    STà ACCADENDO – CHE IL POPOLO, A LORO INSAPUTA, IMOLA IL DETTO NAPOLETANO: PRIMA CHE PIANGA MAMMA MIA , E’ MEGLIO CHE PIANGA MAMMA TUA.!!!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -