UE, Mogherini a Kiev: aumento di stipendio ai funzionari ucraini

 

Poroshenko-mogherini

L’Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri, Federica Mogherini, ha cercato di rassicurare il presidente ucraino, Petro Poroshenko, garantendo che l’Ucraina resterà una priorità per Bruxelles. “Lo scopo principale della mia visita a Kiev è quello di dimostrare che la situazione in Ucraina resta una delle priorità all’ordine del giorno dell’Unione”, ha dichiarato Mogherini durante una conferenza stampa a seguito dei colloqui tenuti a Kiev con Poroshenko, con il primo ministro, Arseni Yatseniuk, e con il ministro degli Esteri, Pavel Klimkin. La preoccupazione di Kiev è che l’intervento militare russo in Siria distolga l’attenzione della situazione ucraina.

Inoltre Arseniy Yatsenyuk ha sottolineato la necessità di  misure di sostegno alle riforme interne in Ucraina. In particolare, hanno considerato l’iniziativa di stabilire un fondo per aumentare il pagamento ai funzionari ucraini e funzionari pubblici, questione già sollevata in una lettera di Arseniy Yatsenyuk al Presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker. “Questo è uno dei modi più importanti per superare la corruzione nelle pubbliche autorità”, ha accentuato il Primo Ministro.

Nel suo viaggio a Kiev (colonia USA dopo il golpe organizzato con laiuto di Soros e Victoria Nuland)  Mogherini ha incontrato il leader dei tartari della Crimea, Mustafa Abdulcemil Qirimoglu, che ha abbandonato la penisola prima ancora che il territorio venisse annesso alla Russia nel marzo 2014. “La Ue non riconosce l’annessione illegale della Crimea”, ha spiegato Mogherini, che se ne infischia del’autodeterminazione dei popoli.

Nel video la Crimea festeggia il “ritorno a casa”

 

 

 

 



   

 

 

1 Commento per “UE, Mogherini a Kiev: aumento di stipendio ai funzionari ucraini”

  1. Aumenti di stipendio mi piacerebbe sapere realmente chi ha dato l’ordine alla Mogherini e all’UE? forse gli USA no forse ma sicuramente, che Infami.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -