In agosto un jet britannico evito’ un missile mentre aterrava a Sharm

 

Gia’ oltre due mesi fa qualcuno provo’ ad abbattere un aereo di linea in fase di atterraggio all’aeroporto di Sharm el Sheick. Il 23 agosto scorso solo la perizia del pilota e del primo ufficiale evitarono un altro attentato nei cieli del resort egiziano.

stinger-2isis

Secondo quanto riferisce il Daily Mail e ha confermato il ministero dei Trasporti di Londa, un Boeing 737 della compagnia Thomson con 189 passeggeri a bordo venne sfiorato a soli 300 metri da un missile mentre era a bassa quota in avvicinamento, preparandosi ad atterrare a Sharm. Solo l’abilita’ del pilota, che vide il missile partire da terra e la traiettoria in volo, consenti’ di compiere una manovra ‘evasiva’ per schivare il razzo che passo’ appunto a soli 300 metri dall’aereo, in termini aeronautici un’inezia. In quel caso si tratto’ con ogni probabilita’ di un missile ‘spalleggiabile’ tipo lo statunitense Stinger o il russo Strela, che hanno gittate fino ad un massimo di 4.000 metri, ipotesi esclusa per l’Airbus A321 delle russa Metrojet, che volava a 9.400 metri di quota e per il quale sembra ormai accertata l’ipotesi di una bomba a bordo.

L’aereo, decollato dallo scalo di Stanted a nord di Londra, atterro’ senza problemi e ai passeggeri non venne rivelato che erano stati ad un passo dalla morte.

Il ministero dei Trasporti britanico ha confermato la notizia dello scampato disastro per il jet della Thomson. Una fonte ha riferito “che ai comandi c’era il co-pilota ma e’ stato il comandante (sempre in cabina) ad avvistare il missile dirigersi verso l’aereo. Fu lui ad ordinare un’improvvisa virata a sinistra per evitare il razzo che passo’ a 300 metri di distanza. Solo i 5 membri dell’equipaggio furono informati del rischio corso. Al momento di ripartire, di notte, per precauzione il Boeing 737 decollo’ con tutte le luci spente.
(AGI) .



   

 

 

1 Commento per “In agosto un jet britannico evito’ un missile mentre aterrava a Sharm”

  1. Non ci credo: un pachiderma come il 737 non può evitare un missile antiaereo.
    Se invece di un missile antiaereo fosse stato, un razzo, tipo i razzi antigrandine, o un “fuoco d’artificio” allora sarebbe possibile, ma, invece di fare ipotesi, se il fatto fosse vero, l’equipaggio avrebbe avvertito le autorità ed il razzo (o il missile) sarebbe stato recuperato, invece, niente, dunque: è una notizia falsa, per farci credere che anche gl’inglesi sono “vittime” dei terroristi.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -