Giampaolino, dalla Corte dei Conti alla presidenza di UE. Coop

Luigi Giampaolino (indagato per abuso ufficio) è il neo presidente nazionale di Ue. Coop, l’Unione Europea delle Cooperative. Giampaolino che è stato presidente della Corte dei Conti dal 2010 al 2013 ed oggi ne ricopre il ruolo di presidente emerito, è stato eletto all’unanimità di questa nuova centrale cooperativa che conta 500 mila soci e imprime un forte segnale di discontinuità rispetto al passato anche con l’adozione del primo codice etico di autoregolamentazione.

giampaolino

A eleggerlo sono stati i delegati delle 4.000 cooperative associate che operano in tutte le categorie e sono dislocate in tutte le Regioni del Paese ed alle quali capo fanno oltre mezzo milione di soci. Con Ue.Coop intende rilanciare in Italia un sistema cooperativo che rispetti le regole fondamentali di mutualità, solidarietà e trasparenza al servizio dei soci e della comunità in cui le cooperative operano quotidianamente.

Ue.Coop promossa inizialmente dalla Coldiretti è nata infatti per sostenere i valori ed i principi del modello cooperativo, che si fondano sulla solidarietà, la sussidiarietà e la sostenibilità con l’obiettivo principale di essere uno strumento a favore delle proprie coop associate, puntando sulla centralità dei soci a favore del territorio in cui le imprese operano.

“Ho voluto candidarmi alla presidenza di Ue.Coop -ha dichiarato Giampaolino- con l’intento di mettere a disposizione delle Cooperative associate alla Ue.Coop, la mia esperienza istituzionale e il mio impegno nell’ottica della difesa del modello cooperativo “vero”, quale strumento sociale volto alla crescita di ogni socio e di ogni territorio”.

“La mia missione -ha proseguito Giampaolino- dopo l’esperienza pubblica svolta in passato, sarà quella di essere anche per Ue.Coop, il garante dei valori che contraddistinguono un modello societario di cui il Paese ha bisogno, dando risposte concrete con passione, coraggio, trasparenza e coerenza. Per questo -ha precisato Giampaolino- denunceremo e contrasteremo con forza le abitudini di chi guarda alla cooperazione come ad un sistema per fare cose più a buon mercato, risparmiando sul costo del lavoro dei cooperatori e risparmiando sulla qualità dei servizi. Quella -ha concluso Giampaolino- non è cooperazione e quella non potrà mai essere ciò che rappresenta Ue.Coop”. ADNKRONOS



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -