Secondo gli USA i raid russi colpiscono i “tagliagole moderati”

 

I bombardamenti condotti dall’Aviazione russa in Siria non sarebbero stati diretti solo contro lo Stato Islamico, come ufficialmente sostenuto dal Cremlino per giustificare l’intervento al fianco del regime di Bashar al-Assad, ma avrebbero colpito le frange insurrezionali piu’ moderate in un numero di casi compreso tra l’85 e il 90 per cento del totale. Lo ha denunciato Anne W.

tipico ribelle moderato

tipico ribelle moderato

Patterson, vice segretario di Stato americano con delega per il Medio e il Vicino Oriente, ribadendo un’accusa non nuova da parte Usa, ma che finora e’ stata formulata con maggiore determinazione dalle forze di opposizione siriane e dalle organizzazioni umanitarie, e mai su scala tanto ampia.

Nel corso di un’audizione davanti alla Camera dei Rappresentanti, Patterson ha poi riferito che il presidente Barack Obama sta “valutando numerose misure supplementari” per “intensificare gli sforzi nella battaglia” contro l’Isis.

ribelli moderati filo-USA

ribelli moderati filo-USA

In effetti la settimana scorsa il Pentagono aveva annunciato tra l’altro l’invio di una cinquantina di elementi delle proprie forze speciali quali consiglieri e istruttori militari anti-jihadisti, e l’intensificazione dei raid aerei, aprendo al contempo a eventuali operazioni di terra cui ancora nel recente passato la Casa Bianca si era invece detta fermamente contraria. agi

ribelle moderato filo-usa uccide un soldato siriano e mangia il suo cuore

ribelle moderato filo-usa uccide un soldato siriano e mangia il suo cuore



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -